Bonus Gas – Informazioni e riferimenti normativi

 

Saving money concept

Con delibera 63/2021/R/com l’Autorità di Regolazione ha definito, ai sensi del decreto-legge del 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, le nuove modalità applicative del regime di riconoscimento dei bonus sociali gas, elettrico e idrico.

Dal precedente sistema a domanda all’automatismo del bonus sociale

Se nel 2020, per ricevere i bonus per disagio economico, era necessario presentare domanda al Comune di residenza o al CAF, allegando la documentazione richiesta, ora basterà presentare ogni anno la DSU, necessaria per ottenere la certificazione dell’ISEE e, se il nucleo familiare rientra nei parametri, l’INPS invierà automaticamente le informazioni al Sistema Informativo Integrato (SII), la banca dati che raccoglie le informazioni dei punti di prelievo e dei dati identificativi dei clienti finali. Il SII effettuata la verifica della sussistenza delle condizioni di ammissibilità al bonus, determinerà l’ammontare annuo in base alla numerosità familiare anagrafica all’uso del gas ed alla zona climatica. Terminate le operazioni il SII trasmetterà agli operatori gas (tra cui ai Distributori) tutte le informazioni che sono necessarie per l’erogazione del bonus con le stesse modalità previste nel precedente sistema “a domanda”. I Distributori gas segnalano eventuali incoerenze sullo stato della fornitura, l’inammissibilità del Distributore può bloccare la richiesta di agevolazione.

Requisiti per l’ammissione al bonus:

Il Bonus Sociale 2021 è previsto per i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura Gas, elettrico e fornitura idrica, secondo le classi di agevolazione stabilite da ARERA, considerando la numerosità del nucleo familiare avente diritto, all’ISEE e/o alla condizione di percezione di Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza.

L’INPS trasmetterà mensilmente al Gestore del SII una comunicazione contenente l’elenco dei nuclei familiari ISEE che risultano in condizioni di disagio economico, tale elenco è suddiviso in tre classi di agevolazione:

  1. a) DSU aventi nuclei con ISEE ≤ 8.265;
  2. b) DSU aventi nuclei con 8.265 < ISEE ≤ 20.000 con 4 (o più) figli, indipendentemente dal fatto che i medesimi nuclei risultino percettori di Rdc/Pdc;
  3. c) DSU aventi nuclei con ISEE > 8.265 percettori di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza con meno di 4 figli.

Nei bonus 2021 riconosciuti a partire da luglio, saranno incluse le eventuali quote maturate nei mesi precedenti.

Una novità importante, introdotta dalla recente normativa dell’Autorità di Regolazione, prevede che se il cliente chiude l’utenza o viene effettuata la voltura ad altro utente, l’ammontare di bonus restante verrà erogato in un’unica soluzione e non potrà essere richiesto un nuovo bonus per l’anno di competenza da nessuno dei componenti del nucleo familiare di appartenenza.

Per altre informazioni sulla normativa consultare i seguenti link:

https://www.arera.it/it/consumatori/bonus2021.htm

https://www.arera.it/it/docs/21/063-21.htm

Per avere informazioni su come compilare la DSU e richiedere l’ISEE consultare la pagina web:

https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50088

 

 

Nota del 27 gennaio 2021

Come pubblicato sul portale SGAte si  informano tutti gli utenti che in previsione dell’entrata in vigore del riconoscimento automatico dei bonus sociali per disagio economico dal 1° gennaio 2021 è stata emanata da ARERA la Determina 11/2020 – DACU. 

La Determina contiene le disposizioni per la gestione del periodo di transizione verso il nuovo sistema di riconoscimento.

Il provvedimento è disponibile nella sezione Normativa.   

Si segnala che i Bonus in corso di erogazione al 31/12/2020 continuano ad essere erogati con le modalità oggi in vigore,  così  come le eventuali segnalazioni di cessazione per i bonus gas possono essere lavorate dal Distributore fino al 31.03.2021.

Bonus Gas 2020

 

Pubblichiamo le nuove disposizioni in merito all’erogazione del bonus sociale, pubblicate sul portale SGAte al seguente link:

http://www.sgate.anci.it/?q=archivio-notizie/bonus-sociale-cosa-cambia-dal-2021

 Bonus sociale – Cosa cambia dal 2021

Come stabilito dal Decreto Legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, a partire dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto.

Pertanto, dal 1° gennaio 2021, i cittadini non dovranno più presentare domanda per ottenere i bonus per disagio economico relativamente alla fornitura di energia elettrica, di gas naturale e per la fornitura idrica presso i Comuni o i CAF i quali non dovranno accettare più domande.

Ai cittadini/nuclei familiari aventi diritto verranno erogati automaticamente (senza necessità di presentare domanda) le seguenti tipologie di bonus:

  • il bonus elettrico per disagio economico
  • il bonus gas
  • il bonus idrico

Non verrà invece erogato automaticamente il bonus per disagio fisico il quale continuerà ad essere gestito da Comuni e/o CAF.

Per ottenere i bonus per disagio economico, pertanto, sarà sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l’INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII), gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Per l’accesso al bonus per disagio fisico nulla cambia dal 1° gennaio 2021: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali dovranno continuare a fare richiesta presso i Comuni e/o i CAF delegati.

Si precisa che i bonus in corso di erogazione al 31 dicembre 2020 continueranno ad essere erogati con le modalità oggi in vigore.

Per ogni altra informazione o chiarimento e per ricevere assistenza è possibile contattare il Call Center SGAte al Numero Verde 800192719 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica sgate@anci.it

 

In questa pagina web gli utenti possono trovare tutte le informazioni richieste per poter dar corso alla procedura di richiesta per l’ottenimento del Bonus Gas. Tutte le novità introdotte dalle recenti normative, riferimenti degli operatori coinvolti per chiarimenti.

Il bonus gas è una riduzione della bolletta riservata esclusivamente alle utenze di famiglie numerose a basso reddito, titolari di un contratto di fornitura gas naturale distribuito a rete. E’ uno sconto sulla bolletta del gas, introdotto dal Governo con il D.M. del 28 Dicembre 2007, e dall’art.3, comma 9 e 9 bis del decreto legge 185/08 e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas e sistema idrico ora Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, con la collaborazione dei Comuni attraverso SGATE-ANCI (Sistema di Gestione delle Agevolazioni Tariffe Energetiche).

I requisiti richiesti che i cittadini devono possedere per fruire dell’agevolazione prevista sono:

  1. Essere un cliente domestico titolare di un’utenza gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale;
  2. Avere un ISEE 2019 non superiore a € 8.265 € e non superiore a 20.000 € per le famiglie numerose (con più di 4 figli a carico).
  3. ad un nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza; i titolari del reddito di cittadinanza possono accedere al bonus gas anche se la soglia ISEE è superiore a 8265 €.
  4. con misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue l’utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

 

Dove presentare la richiesta.

Per presentare la domanda di bonus gas, i cittadini richiedenti il bonus, devono rivolgersi al Comune di residenza o CAF con l’attestazione ISEE.

(Nella sezione Modulistica SED per Bonus Gas è possibile scaricare il Modulo, e compilare la domanda per una Nuova istanza o Rinnovo del bonus gas.)

Quali dati occorrono per la domanda di bonus gas?

Allo Sportello abilitato per la presentazione della domanda di bonus gas il cittadino deve comunicare:

  1. Codice PdR (Identificativo del punto di riconsegna del gas) indicato nella fattura emessa dalla Società di Vendita o nel contratto di fornitura gas;
  2. Il Codice Fiscale;
  3. Modulo A;
  4. Modulo RS – DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA
  5. Attestazione ISEE dell’anno in corso;

Le famiglie numerose dovranno presentare l’allegato “Famiglie numerose”, se l’ISEE non superi i 20.000 €.

Mentre i titolari del Reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza dovranno indicare il numero di protocollo assegnato alla richiesta, o l’attestazione utile che provi di fruire del reddito o della pensione di cittadinanza.

 

Può essere presentato al Caf o al Comune di residenza un unico Modulo per richiedere sia il bonus per le forniture Gas, Elettrico ed Idrico.

Va sottolineato che l’incompletezza dei dati forniti al momento della presentazione della domanda, possono comportare il rigetto della domanda da parte della Salerno Energia Distribuzione (o da ogni società di Distribuzione territorialmente competente).

Completata la fase di inserimento dell’istanza nel sistema informatico del Comune, che provvede ad inoltrarla allo Sgate. Il sistema SGAte invierà le istanze di bonus tramite gli appositi canali al Distributore. A questo punto si dovrà attendere i tempi per la lavorazione della pratica da parte della Salerno Energia Distribuzione che, una volta esaminata l’istanza, provvederà a comunicare alla società di Vendita, l’avvenuto riconoscimento del bonus gas,  ai sensi di quanto stabilito dall’art. 10 comma 10.3 lettera a – i) dell’Allegato A della deliberazione dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico del 26 settembre 2013, 402/2013/R/com2 (TIBEG), e tramite i flussi previsti dalla determina dell’Autorità di Regolazione 10/15, che le società di Vendita acquisiscono tramite il nostro portale di interscambio.

L’agevolazione dura 12 mesi ed inizia a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo dall’inserimento dell’istanza da parte del comune. L’eventuale richiesta di rinnovo deve essere presentata entro due mesi dalla scadenza del bonus.

Il mancato ottenimento del bonus gas può essere oggetto di contestazione da parte del cittadino, in questo caso potrà essere utile contattare la propria società di vendita o la Salerno Energia Distribuzione, in qualità di Distributore territorialmente inviando una mail all’indirizzo pec:

mercato@pec.sedspa.it

e p.c. all’indirizzo   mrorlando@sedspa.it

specificando nell’oggetto: mancato riconoscimento bonus sociale”.

In caso di risposta insoddisfacente si può presentare un formale reclamo allo Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente, di seguito il riferimento telefonico:

numero verde 800166654

Per i clienti che cambiano residenza durante il periodo di erogazione del bonus devono presentare l’avvenuta variazione al comune. Se il cliente decide di cambiare venditore per la fornitura del gas il bonus continuerà ad essere erogato senza interruzione fino al termine della validità del diritto.

Diverso è il caso se l’utente domestico passa da cliente diretto a indiretto, ovvero passa da una fornitura individuale a centralizzata, in questo caso all’utente verrà interrotto il bonus e dovrà presentare una nuova istanza utilizzando l’apposito Modello per cliente indiretto, in quanto ai clienti diretti il bonus gas viene spalmato su dodici mesi, i clienti indiretti ricevono il bonus in un’unica soluzione attraverso Poste Italiane, tramite un bonifico domiciliato.

Sebbene non ancora esplicitamente specificato dalle Autorità competenti, si fa presente che, come già previsto per il bonus elettrico, qualsiasi ulteriore variazione, ad esempio, se dovesse variare il numero dei componenti del nucleo familiare, sia per decesso che per nascita, l’importo del bonus non varia se non al momento della nuova domanda presentata dall’eventuale erede.

Bonus gas importi 2020:

Si fa presente che le tariffe sono approvate dall’Autorità di Regolazione ogni anno, al momento non sono presenti sul sito dell’ARERA gli importi aggiornati al 2020, ad ogni modo per i cittadini è disponibile un simulatore sul sito dell’ARERA, che consente di ottenere una prima indicazione sugli importi che devono essere erogati, di seguito il link:

https://www.arera.it/it/consumatori/gas/Bonus%20Gas.htm

Lo SGATE rende disponibile tramite il proprio sito internet, un accesso riservato agli utenti fruitori di bonus gas, attraverso il quale è possibile documentarsi sullo stato di avanzamento della propria pratica e il periodo utile per richiedere il rinnovo. Il link di riferimento è

http://www.sgate.anci.it/?q=assistenza-aeeg

Si fa presente che quando l’ente comunale di riferimento o la Salerno Energia Distribuzione accerti la mancanza o la variazione di uno dei requisiti necessari per il riconoscimento del bonus, l’erogazione del bonus verrà interrotto o revocato.

Qualsiasi disallineamento presente nell’anagrafiche degli utenti richiedenti il bonus deve essere comunicato e sanato dagli operatori gas tramite la piattaforma informatica del  Sistema Informativo Integrato (SII): istituito con Legge 129/2010 presso Acquirente unico S.p.A., un sistema informatico integrato per la gestione dei flussi informativi relativi ai mercati dell’energia elettrica e del gas naturale, basato su una banca dati dei punti di prelievo e dei dati identificativi dei clienti finali.

Si spera di aver soddisfatto ogni richiesta necessaria per l’ottenimento del bonus gas e di aver fornito ogni chiarimento in merito.

 

Ammontare della compensazione per i clienti domestici in stato di disagio economico, di cui alla Tabella 3 dell’Allegato 2 dell’Allegato A alla deliberazione 402/2013/R/com (€/anno per punto di riconsegna)
Ammontare della compensazione per i clienti domestici (€/anno per punto di riconsegna) 2020
Zona climatica (z)
A/B C D E F
Famiglie fino a 4 componenti (j=1)
u=AC Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura 32 32 32 32 32
u=ACR Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento 72 89 117 146 183
Famiglie oltre a 4 componenti (j=2)
u=AC Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura 49 49 49 49 49
u=ACR Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento 100 130 169 206 264

 

 

Archivio News

Nota del 10 giugno 2020:

Cessa dal 1 giugno 2020 la proroga dei termini di rinnovo dei bonus per l’emergenza Covid.

Si porta a conoscenza dei beneficiari di bonus sociale che per effetto della proroga dei termini di rinnovo dei bonus gas, elettrico  e acqua – introdotta inizialmente con la Deliberazione 76/2020/R/COM di ARERA e successivamente estesa con la Deliberazione 140/2020/R/COM della stessa Autorità, che avrebbero dovuto presentare domanda di rinnovo entro il 31 Marzo, il 30 Aprile o il 31 Maggio 2020, ai sensi delle suddette Deliberazioni e in considerazione delle misure restrittive introdotte dal Governo per il contenimento del contagio da virus Covid-19, è stato infatti consentito di provvedere al rinnovo entro il 31 Luglio 2020.

Pertanto considerato che la proroga ha cessato di avere effetto con le domande di rinnovo da presentare entro il 31 maggio 2020, si porta a conoscenza che le richieste di bonus sociale che sono in scadenza alla data del 31 luglio 2020, il termine per il rinnovo resta invariato ed è comunque fissato per il  30 giugno 2020.

http://www.sgate.anci.it/?q=archivio_notizie

Nota del 7 maggio 2020:

Emergenza Covid-19: estesa al 31 luglio la proroga dei termini per il rinnovo dei bonus sociali

Si informano tutti i referenti a vario titolo coinvolti che con la Deliberazione 140/2020/R/COM del 28 aprile, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) ha esteso la proroga dei termini per il rinnovo dei bonus sociali (luce, gas, acqua) già disposta con la Deliberazione 76/2020/R/COM del 18 marzo scorso.

In particolare, in considerazione delle difficoltà logistiche che il perdurare delle misure restrittive disposte dal Governo per il contenimento della pandemia introduce per quanti devono presentare domanda di rinnovo dei bonus, l’Autorità ha esteso il differimento dei termini anche a coloro che avrebbero dovuto rinnovare i bonus entro il mese di maggio, cioé i titolari di bonus in scadenza al 30 giugno 2020.

Pertanto a tutti i cittadini che avrebbero dovuto presentare domanda di rinnovo entro il 31 Marzo, il 30 Aprile e il 31 Maggio 2020, è consentito provvedere al rinnovo entro il 31 Luglio 2020. Il Sistema provvederà, in questi casi, ad assegnare un periodo di agevolazione in continuità al precedente.

Resta invariata la durata complessiva di 12 mesi dei bonus, così come le altre disposizioni di cui alla Delibera 76/2020 del 18 marzo u.s.

Oltre che sul sito web dell’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA), la Deliberazione 140/2020/R/COM è disponibile su questo portale alla sezione Normativa

Delibera 140/2020/R/COM

Nota del 23 marzo 2020:

Emergenza Covid: Bonus Gas- Differimento dei termini per i bonus in scadenza

Si comunica che con delibera 76/2020/R/com l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente ha disposto che per il periodo 1° marzo – 30 aprile, per assicurare la continuità di erogazione dei bonus ai cittadini aventi diritto, coloro che sono tenuti al rinnovo della domanda di bonus oltre la scadenza originaria prevista dalla regolazione, ma comunque entro i 60 giorni successivi al termine del suddetto periodo di sospensione, verrà garantita la continuità dei bonus medesimi, con validità retroattiva a partire dalla data di scadenza originaria e per un periodo di 12 mesi.

In aggiunta, il provvedimento dispone la sospensione dei vari flussi di comunicazione correlati alla gestione dei bonus.

Augurandoci che tutto ritorni come prima, anzi meglio di prima.

Delibera ARERA n. 76/2020/R/com

 

******************************************************

 

Informiamo che sul sito dell’ ARERA è stata pubblicata la determina 1/2020- DACU (Direzione Advocacy Consumatori e Utenti), attraverso la quale sono state disposte modifiche ai moduli per la richiesta della domanda unica sia di ammissione che di rinnovo del bonus gas, elettrico e idrico, di cui alla determina 12/ DACU/ 2018.

Ricordiamo che i nuovi Moduli A e RS potranno essere utilizzati a partire dal 01/02/2020 e sono disponibili nella sezione Modulistica e scaricabili sulla nostra pagina web.

 

Aggiornamento della soglia ISEE per accesso al bonus gas

 

Dal 1° gennaio 2020 l’Autorità di Regolazione (ARERA) con la Delibera ARERA 499/2019/R/com aumenta la soglia massima ISEE (indicatore situazione economia equivalente) da 8.107,5 a 8.265 euro poter ottenere il Bonus sociale di sconto da applicare sulle bollette del gas “Aggiornamento del valore soglia dell’ISEE per l’accesso ai bonus sociali dal1 gennaio 2020, ai sensi del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 29 dicembre 2016”

La novità verrà estesa anche per il bonus elettrico ed idrico, resteranno invece invariate le condizioni per ottenere il bonus.

Sul sito di Sgate è specificato, che in attesa che le modifiche vengano implementate, si invitano Comuni e CAF ad accettare comunque le domande che dovessero arrivare a partire dal 1 gennaio2020 (con ISEE maggiore di 8.107,50 e minore della nuova soglia pari a 8.265 €) e ad inserirle a Sistema. 

 Al termine delle modifiche, le domande inserite con ISEE inferiore a 8.265 €, che dovessero risultare in stato “NON AMMESSA” per la soglia ISEE, verranno ripresentate in automatico dal Sistema senza necessità di alcun intervento da parte degli Operatori del Comune/CAF e salvaguardando il periodo di agevolazione per il beneficiario.

 

********************************************

 

Domande di bonus gas: proroga dei termini di rinnovo.

Si comunica che in ottemperanza alle disposizioni di cui all’art. 5, comma 3.bis, del TIBEG, “A parziale deroga di quanto previsto al comma 5.3, le richieste di rinnovo presentate successivamente al termine ultimo di cui al comma 5.1, quando quest’ultimo termine coincide con il mese antecedente o coincidente con quello previsto dalla normativa vigente per la scadenza della DSU, consentono la continuità dell’erogazione se presentate entro l’ultimo giorno del mese di inizio del nuovo periodo di agevolazione.”

In virtù di ciò,  saranno attuate sul Sistema SGAte le operazioni necessarie per prorogare:

  • dal 30 novembre 2019 al 31 gennaio 2020 il termine per il rinnovo in continuità dei bonus attivi con fine periodo di agevolazione 31 dicembre 2019
  • dal 31 dicembre 2019 al 29 febbraio 2020 il termine per il rinnovo in continuità dei bonus attivi con fine periodo di agevolazione 31 gennaio 2020.

 

***************************************************

Pubblicazione Deliberazione 165/2019/R/COM e conseguenti modifiche a TIBEG e TIBSI

Eliminato: Si informano tutti i referenti a vario titolo coinvolti che è stata pubblicata da ARERA in data 08/05/2019 la Deliberazione 165/2019/R/COM che acquisisce le disposizioni contenute nell’articolo 5, comma 7, del Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito con modificazioni nella Legge 28 marzo 2019, n. 26, che introduce il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza (Rdc e Pdc) abrogando alcune norme preesistenti.
Eliminato: Scarica la Deliberazione 165/2019/R/COM
Eliminato: Ai beneficiari di Reddito di Cittadinanza / Pensione di Cittadinanza sono pertanto estese le agevolazioni relative alla fornitura di energia elettrica e gas naturale, pertanto possono presentare domanda di bonus a partire dal 20 Maggio 2019.
Eliminato: In particolare, in coerenza con tali disposizioni, la Deliberazione dispone una serie di modifiche da apportare al Testo integrato delle modalità applicative dei regimi di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici disagiati per le forniture di energia elettrica e gas naturale (TIBEG) e al Testo integrato delle modalità applicative del Bonus Sociale Idrico per la fornitura di acqua agli utenti domestici economicamente disagiati (TIBSI).
Eliminato: Conseguentemente la deliberazione da mandato alla Direzione Advocacy Consumatori e Utenti (DACU) di apportare le necessarie modifiche alla modulistica per la presentazione della domanda unica di ammissione/rinnovo per i bonus elettrico, gas e idrico (Modulo A di cui alla determina 12/DACU/2018).
Eliminato: Oltre che sul sito web dell’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA), la deliberazione è disponibile su questo portale alla sezione Normativa.